Corso di preparazione al matrimonio


Il 1° corso 2019 inizierà domenica 13 gennaio alle ore 17 presso la canonica.

 

Incontri diocesani:

tempodamore 2018 2019

 

Vi preparate al matrimonio. Vi domando: che cosa è il matrimonio? Risponderete: è per fare la propria famiglia, per realizzare l'amore vissuto, per procreare responsabilmente…Vi chiedo di riflettere: tutto questo si realizza nel matrimonio, ma non è il matrimonio. Per capire meglio vi domando ancora: Chi è l'autore del matrimonio? Chi fa il matrimonio? Spontaneamente rispondete: siamo noi a fare il matrimonio.

Riflettete: perché venite in Chiesa a fare il matrimonio. Rispondete: perché siamo cattolici, perché abbiamo la fede, perché crediamo a Gesù Cristo. Le vostre risposte dicono cose importanti, ma non rispondono alla domanda posta all'inizio. Infatti, per i cattolici, il Matrimonio è "Sacramento" e come tale ha per autore non i coniugi ma Dio.

Il matrimonio è certo il patto, il contratto, fatto per amore, fatto nella fede, fatto da volontà personale, libera, responsabile, verso Dio, verso il coniuge, verso la società. Ma tutto questo è assunto da Dio come segno sacramentale: segno cioè in presenza del quale Dio stesso interviene per unire coniugalmente gli sposi e fare che due persone diventino "una sola carne".

L'effetto del matrimonio, quindi, non riguarda solo il comportamento, ma riguarda lo stesso essere delle persone, e su questo essere soltanto Dio può agire, perché Creatore dell'essere stesso. Perciò il matrimonio non è fatto solo dai coniugi né solo dalla legge dello Stato.

Volontà personale, considerazioni sociali e poteri dello Stato non possono agire sull’essere personale e fare di due persone una sola carne. Solo il Creatore può farlo. Il Matrimonio è Sacramento: cioè è segno (= il consenso dato e ricevuto degli sposi) efficace (= per onnipotenza divina produce ciò che dice).

(Massimo Rastrelli)