CENTRO DIOCESANO DI SPIRITUALITÀ CONIUGALE
La Tenda di Sara e Abramo


“La Tenda di Sara e Abramo è per la spiritualità coniugale e familiare… Termini che sembrano staccati dalla quotidianità, in una dissolvenza lontana dalla vita delle famiglie normali e prossima solo a pochi eletti. Questo rischio c’è e non possiamo negarlo, tuttavia, la realtà della vita - anche se ignora il termine tecnico - chiede una forte spiritualità. Pone, infatti, domande fondamentali, chiede motivazioni profonde, sollecita il confronto con altre coppie e famiglie su temi cruciali.
La Tenda è un aiuto a rispondere ed a costruire insieme. Si allarga per ricevere tutti: chi cerca una sosta che lo rinfranchi e lo alimenti, chi sente la crisi bussare alla porta (anche Sara e Abramo un po’ l’hanno sentita), chi soffre la lacerazione o piange un lutto.”
(mons. Enrico Solmi, vescovo di Parma)

"Rinfrancatevi il cuore; dopo, potrete proseguire, perché è ben per questo che siete passati dal vostro servo". Queste parole, che Abramo rivolge ai tre uomini che lo visitano nella sua tenda, alle Querce di Mamre (cfr. Gen18, 1-5), rappresentano l'icona biblica da cui è stata tratta la denominazione del Centro ed alla quale la sua attività di ispira.

La missione del Centro è dunque quella di aiutare sposi e fidanzati a vivere “bene”, offrendo una “sosta” che consenta loro di poter approfondire il significato dell’ essere (o diventare) sposi e famiglie affinché la relazione di coppia e la vita di famiglia, la cura dei figli e la loro educazione, l'attenzione a chi ci è vicino - in una parola: la quotidianità e la normalità del nostro vivere – diventino uno dei luoghi dove l’Amore di Dio puo’ essere vissuto, testimoniato e percepito.

La spiritualità che si respira e si vive alla “Tenda” é veramente legata alla vita di tutti i giorni, quella che si vive in ogni famiglia, fatta di momenti di preghiera e di riordino degli ambienti, tempo di meditazione e di convivialità dei pasti insieme, riflessione sulla propria vita e cura della casa e del giardino. E’ il posto in cui la vita di una famiglia si allarga per essere ospitata e per ospitare altre famiglie, con le quali condividere il servizio reciproco, la preghiera, le proprie riflessioni e i propri dubbi, e così…. si diventa amici.
Infatti, se l’uomo e’ un corpo abitato dallo Spirito di Dio, si deve pensare ad una spiritualità che si rivolga a tutta quanta la persona, che è corpo, spirito, psiche.

Per questo, insieme ai momenti maggiormente dedicati alla preghiera (le prime domeniche del mese, le giornate di spiritualità) e a quelli nei quali si propone di meditare sulla propria vita alla luce della Parola di Dio (fine settimana), riteniamo sia “spiritualità” anche parlare della scoperta dei sentimenti, di avventura educativa, di formazione “psicologica” per l’animazione dei gruppi, del modo di vivere in coppia senza farsi del male… Ed é spiritualità anche il servizio di chi permette che tutto questo possa esistere organizzando il calendario, preparando i locali, il materiale degli incontri, occupandosi della cucina e del funzionamento della casa, perché dietro tutto questo c’è un progetto di vita, una ricerca di senso che spinge ad aprirsi agli altri, all’aiuto, al servizio.

Gli animatori della Tenda sono, in prevalenza, coppie di sposi.
I contenuti e la metodologia della maggior parte delle iniziative sono fondati sul confronto di coppia, sulla lettura e il confronto con la Parola di Dio, sulla messa in comune delle varie esperienze, sulla preghiera di coppia e di famiglia.
Nei “fine settimana” vengono proposti cammini di riflessione e di fede già predisposti come traccia e come guida.

Il Centro, inoltre, è lieto di offrire ospitalità a famiglie, parrocchie, gruppi e movimenti di altre diocesi ed anche a gruppi sposi e di fidanzati che vogliono sviluppare il loro cammino formativo con propri animatori.
Vi invitiamo a sostenere l'attività del Centro con la vostra preghiera ed a venirci a trovare.

Sito web del Centro Diocesano di Spiritualità Coniugale e Familiare